Il Portale Italiano dell'Ornitofilia V&A - Home Page  



Pubblicità 

Oggi è 09/12/2019, 22:47




Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
PUBBLICITA'


organetti cobalto 
Autore Messaggio
costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
Ciao a tutti, finalmente ieri sera mi hanno portato i primi due organetti cobalto o scuri come vennero chiamati all'inizio. Li vidi la prima volta a Fringilia portati dall'Olanda o dal Belgio da Ornitologia Lodato, il costo a quel tempo era proibitivo, per una coppia la richiesta era di 1200 euro. Ovviamente impossibile per le mie tasche. Al che questa acquisizione e stata fatta sfruttando uno scambio con dei cardinalini ancestrali per la precisione un paio di coppie quindi il valore di questi animali è sceso di bel 500 euro in circa 7/8 anni. E' ovvio che la maggiore diffusione porta ad un abbassamento del prezzo. (segue)

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


11/09/2012, 10:07
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su TuentiCondividi su SonicoCondividi su FriendFeedCondividi su OrkutCondividi su DiggCondividi su MySpaceCondividi su DeliciousCondividi su Tumblr          
Profilo

GreenVet Fitoterapia Veterinaria



costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
La loro colorazione è molto scura, il disegno non si percepisce e mi sembrano abbastanza tranquilli, insieme a loro c'è una femmina bruna. l'allevatore non ci ha combinato nulla ma credo sia dovuto ad un'insieme di cose iniziando dal mangime che mi è sembrato decisamente scarso, un misto per esotici al 50% e l'altro 50% scagliola. Francamente è un po' poco, la scusa è stata quella del possibile aumento della massa grassa e secondo lui quella miscela è la migliore per evitare che i soggetti ingrassino troppo e quindi siano inibiti dal punto di vista riproduttivo. tanto che con una alimentazione cosi poco ricca neanche hanno tentato di riprodursi.
Comunque sono due maschi cobalto e una femmina bruna, nel mio allevamento sono presenti altri due maschi un ancestrale portatore di bruno con cui quest'anno mi sono divertito ibridandolo con successo ad una cardinalina ottenendo tre ibridi un maschio e due femmine mutate, una particolarmente bella perché chiarissima, e un maschio bruno che non ho utilizzato. Ora mi trovo con quattro maschi e una femmina. Un maschio cobalto penso di utilizzarlo con una cardinalina per vedere che scappa fuori e dovrò procurarmi un paio di femmine una cobalto e una bruna per accoppiare gli altri due maschi. Con gli organetti preferisco fare coppia fissa. Il maschio che quest'anno si è ibridato non ha dato di matto ne' con le uova ne' con i piccoli comunque non li ha imbeccati, praticamente li ha ignorati. Spinus

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


11/09/2012, 11:41
          
Profilo
costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
Comunque il mio intervento sugli organetti cobalto sta nel cercare informazioni sulla trasmissione genetica del fattore cobalto, se qualcuno mi può illuminare ne sarei lieto. Spinus

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


11/09/2012, 11:49
          
Profilo
recente
recente

Iscritto il: 02/04/2012, 16:01
Messaggi: 53
Rispondi citando
la mutazione cobalto è autosomica recessiva


18/09/2012, 20:44
          
Profilo
nuovo
nuovo
Avatar utente

Iscritto il: 05/04/2012, 13:17
Messaggi: 12
Località: Associazione Ornicoltori Lucani - MATERA - RNA 410N
Rispondi citando
anche se è passato qualche mese dalla tua richiesta, ti rispondo volentieri; gli organetti di cui parli venivano inizialmente chiamati cobalto, ora la nomenclatura giusta è "scuro". è una mutazione autosomica dominante, quindi accoppiando un organetto scuro con una ancestrale (indiopendentemente dal sesso) ottieni già in prima generazione degli organetti scuri (50% circa); il fatto di essere una mutazione dominante ha influito sulla sua veloce e larga diffusione


11/03/2013, 10:47
          
Profilo
attivo
attivo

Iscritto il: 26/11/2012, 22:35
Messaggi: 425
Località: massa
Rispondi citando
A proposito di organetti ho inserito oggi il nido alla mia coppia,sicuramente e'presto,ma negli ultimi giorni li ho visti particolarmente agitati e la femmina non fa'che strappare giornali,essendo la prima volta che li allevo accetto consigli da tutti biggrinthumb:

_________________
Associazione Ornitologica Apuana
R.N.A. SU09


11/03/2013, 20:41
          
Profilo
nuovo
nuovo
Avatar utente

Iscritto il: 05/04/2012, 13:17
Messaggi: 12
Località: Associazione Ornicoltori Lucani - MATERA - RNA 410N
Rispondi citando
si è effettivamente un pò prestino per far avviare gli organetti, io i miei li preparo a partire da metà marzo (dando un paio di camole del miele a testa 2-3 volte a settimana) e a metà aprile metto i nidi; in genere comunque non partono mai prima di fine aprile inizio maggio.
Uso dei nidi interni posizionati sul d'avanti della gabbia e copro la zona dove è appeso il nido con della rete verde per dargli un pò di tranquillità.
Quando la femmina inizia a preparare il nido, elimino completamente le camole, per non eccitarli troppo e nel frattempo li abituo a mangiare uovo sodo e piselli decongelati.
Se vuoi altri consigli chiedi pure.
Ciao


18/03/2013, 11:23
          
Profilo
attivo
attivo

Iscritto il: 26/11/2012, 22:35
Messaggi: 425
Località: massa
Rispondi citando
Innanzi tutto Carpodaco grazie dei consigli,io tengo gli organetti insieme in una cova da 90,in effetti i nidi ancora non li guardano se non come posatoi :Po
Ho iniziato a somministragli il pastoncino che usero'anche durante la riproduzione(speriamo!),e'fatto in casa,mio padre lo usa con successo per lo svezzamento dei cardellini,gli e'stato consigliato da un notissimo allevatore.
E'composto da pan grattato,uova,latte(togliendo il lattosio)qualche grammo di zucchero vanigliato,sali minerali,poi io aggiungo probiotici e un po'di spirulina,anche se ho in mente di aggiungere per le prossime volte anche un po'di gerrme grano che pare faccia bene.
Ho intenzione di usarlo anche per i canarini,avendo poche coppie riesco a congelarlo e farlo ogni 10 giorni circa,e la cosa non mi pesa tanto in termini di tempo.
Io le camole della farina ne fornisco un paio al giorno,ma avevo capito che servono anche durante lo svezzamento dato che diventano parzialmente insettivori in quel periodo.
Carpodaco se sbaglio qualcosa sono ben accette qualsiasi tipo di critica ed osservazione,essendo la prima volta che gli allevo ho ancora tutto da imparare,grazie ancora. :D

_________________
Associazione Ornitologica Apuana
R.N.A. SU09


20/03/2013, 20:56
          
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 8 messaggi ] 

Argomenti correlati
 Argomenti   Autore   Risposte   Visite    Ultimo messaggio 
Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. alimentazione organetti

bluesky

4

477

10/07/2014, 7:46

bluesky Vedi ultimo messaggio

 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


PUBBLICITA' 
Top






cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

phpBB SEO