Il Portale Italiano dell'Ornitofilia V&A - Home Page  



Pubblicità 

Oggi è 17/09/2019, 17:04




Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
PUBBLICITA'


cocorita arruffata 
Autore Messaggio
nuovo
nuovo

Iscritto il: 05/01/2014, 22:02
Messaggi: 17
Rispondi citando
Buonasera
ho una coppia di cocorite da quasi 2 anni (la femmina ha quasi due anni , il maschio non so perchè è un trovatello)

> ALIMENTAZIONE Abituale : miscela premium Vitacraft, spiga di panico ogni tre / cinque giorni ,un savoiardo a settimana (senza zucchero), mela o in alternativa qualche fogliolina di centocchio e ortica.

Circa un mese fa ho notato nella femmina un elemento anomalo: la coda batteva secondo i ritmi della respirazione. Dapprima quasi impercettibilmente poi con il trascorrere dei giorni, sempre più vistosamente, . Siccome sospettavo un raffreddamento, anche perché avevo notato che da un paio di giorni le feci erano mollicce, decisi di tenerli sempre in casa, mettendo la gabbia vicino ad una finestra che non apro mai, e dove la temperatura è abbastanza costante (e va dai 16,5° notturni e fino ai 18°).
Mentre le feci tornavano ad essere normali, la coda continuava a battere ancora e ogni tanto, spiandola da dietro la tenda (solo così ho potuto ricavare le foto allegate), l‘ho sorpresa stranamente a sonnecchiare di giorno, appallottolata. Solo che appena si sentiva osservata tornava subito a posto, vispa e vivace.
Ricordandomi di un rimedio suggeritomi quest’estate da un allevatore per un‘altra circostanza di tipo diverso, ho provato a somministrarle per 3-4 giorni del Bentelan pediatrico (da 500 mg) disciolto in acqua ma quando mi sono confrontata con l‘allevatore perché non vedevo miglioramenti, mi disse che il dosaggio somministrato era insufficiente ( ne davo mezza compressa effervescente in un litro e mezzo o due di acqua ).
Fra l’altro non l’ha nemmeno esaminata con attenzione, ma solo attraverso la gabbietta, perché per lui l'uccellina era in forma e non aveva nulla(questo proprio perché quando era osservata o spaventata tornava subito a posto).
Così ho proseguito per altri 3-4 giorni, questa volta una compressa da 500 mg (pediatrico) in mezzo litro di acqua.
Siccome ho cominciato a vedere un leggero miglioramento e non volevo tuttavia continuare ad usare dei farmaci, ho interrotto la somministrazione ed ho cominciato a fornire un multivitaminico della candioli.
Però ho notato che, anche se la coda batteva di meno, a cocorita tendeva ad assumere una strana posizione tenendo la coda molto bassa ( a 90°).
> L’allevatore, da cui sono tornata, mi ha detto che poteva dipendere dal fatto che non si era rimessa del tutto e occorreva continuare la cura con il Bentelan, ma non ho voluto proseguire visto che non mi è sembrato tanto sicuro del fatto suo.
> Dopo una pausa di qualche giorno, siccome la coda aveva ripreso a battere di nuovo, ho provato a somministrare per 3-4 giorni il Furamix antibiotico (10 gr per 100 gr di mangime) -
> Il problema è che l’ho dovuto miscelare con la scagliola, non potendolo somministrare per altra via, ma sospetto che non sia stato assunto gran che, perché ritengo che la polvere scivoli sul fondo del contenitore e la prova è che non ho visto nessun miglioramento né peggioramento.
> Nonostante ciò, finora ha mangiato frequentemente e complessivamente vispa.
> Le feci buone.
> L'ho vista fare la pulizia quotidiana del piumaggio, cicaleggiare con il maschio etc etc.
> Però resta il fatto che adesso la coda batte vistosamente http://youtu.be/X6EvS3adfew0 http://youtu.be/k0gH07qv4p0e in qualche momento della giornata dorme appallottolata (conoscendo il suo temperamento mi sembra un comportamento anomalo).
Quattro giorni fa l’ho portata da un altro allevatore : anche lui dopo le mie spiegazioni l’ha guardata dalla gabbia senza però tastarla o esaminarla approfonditamente. Gli ho fatto vedere la foto in cui si vede la postura della coda e descritto i sintomi ma appena ha visto la coppia ha detto che sia il maschio che la femmina sono in estro e che il motivo di questa indisposizione della femmina è legato alla mancanza del nido e che mettendolo le sarebbe passato tutto. Mi ha suggerito di metterlo e così ho fatto.
> Il nido non viene nemmeno preso in considerazione, anche se subito dopo li ho visti particolarmente "elettrici", in compenso da un paio di giorni l’uccellina è peggiorata , trovandosi arruffata quasi tutto il giorno e dormendo. Non vorrei che quando ho portato la gabbia all'allevatore avessero preso freddo anche perchè notando che da un paio di giorni anche la coda del maschio comincia a battere lievemente.
> Questo malessere della femmina può essere dovuto all’estro? Io continuo a pensare che c’è qualcosa che non va e che l'estro è un problema collaterale..

> Cosa posso fare? Credo di aver perso troppo tempo. Ho sentito di un buon antibiotico a largo spettro che si può somministrare nel beverino Il Furaos. Possono esserci complicazioni dato lo stato della femmina? O è meglio riprendere il cortisone?


Ultima modifica di trillina il 06/01/2014, 20:35, modificato 3 volte in totale.



06/01/2014, 19:59
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su TuentiCondividi su SonicoCondividi su FriendFeedCondividi su OrkutCondividi su DiggCondividi su MySpaceCondividi su DeliciousCondividi su Tumblr          
Profilo

GreenVet Fitoterapia Veterinaria



Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2012, 22:15
Messaggi: 3012
Località: Italia
Rispondi citando
Gentile Utente,

premesso che ho girato il suo quesito alla Dott.ssa Bilato che cura la nostra rubrica "Il Veterinario Risponde" e considerando che le foto che mi ha allegato a parte in una e-mail sono pochissimo chiare, io credo che prima di somministrare farmaci sarebbe opportuno fare una diagnosi certa.

Ovviamente la diagnosi non può farla un allevatore, bensì un medico veterinario.

Il cortisone che l'allevatore le ha fatto somministrare è un farmaco sintomatico, non cura le cause di una eventuale flogosi, limitandosi a ridurre l'infiammazione solo durante il suo impiego.

Se si sospettava una patologia respiratoria, il farmaco di primo impiego doveva essere un antibiotico, magari a largo spettro, eventualmente associato al cortisone, a discrezione del medico veterinario curante.

Ma chi può escludere che possa trattarsi di una forma parassitaria ad organotropismo respiratorio, tipo acariasi respiratoria?

Inoltre come si presenta l'addome della cocorita? Gli uccelli hanno la cavità addominale e la gabbia toracica in diretta comunicazione, mancando del muscolo diaframma che nei mammiferi divide e compartimenta i due settori. Pertanto patologie del digerente (ad esempio la cosiddetta "megabatteriosi") possono riflettersi sugli organi toracici, simulando una patologia respiratoria che di fatto non c'è.

Ma chi può escludere una infiammazione dei sacchi aerei, nel contesto di una eventuale patologia respiratoria cronicizzata?

E' evidente che nel primo approccio terapeutico con il cortisone lei non ha ravvisato grossi miglioramenti clinici, perchè il farmaco era sottodosato, nel secondo sì, transitorio, sia perchè il farmaco è stato somministrato per un periodo troppo breve, ma soprattutto perchè non è stato associato ad un antibiotico efficace.

Per tutto quanto le ho esposto, è evidente che debba indirizzarsi ad un medico veterinario aviare per una diagnosi certa e terapia congrua. Con tutto il rispetto per gli Amici Allevatori, tra essi ed un medico veterinario c'è grande differenza in termini di preparazione culturale e scientifica in tema di sanità animale.

Comprendo la cortesia del prodigarsi, ma spesso si finisce per fare solo danni, talora irreparabili, non avendo gli allevatori strumenti culturali utili ed indispensabili per curare le patologie degli animali.

Lasciamo agli allevatori le competenze di gestione dell'allevamento sotto il profilo del management, della alimentazione, della tecnica di selezione e riproduzione. Riconferiamo al medico veterinario la priorità nella cura dei nostri beniamini piumati.

Ed ora sentiamo nei prossimi giorni cosa avrà da aggiungere la nostra consulente veterinaria nella rubrica specialistica che cura per noi e che ha carattere di orientamento all'approccio terapeutico e non certamente valenza sostitutiva alla visita veterinaria diretta, seguita da diagnosi e terapia.

Spero di essere stato esauriente, la ringrazio per essersi indirizzata al nostro forum e mi auguro di leggerla ancora in merito.

_________________
Allevo: Cardinalino del Venezuela (ancestrale/ bruno/ pastello/ pastello ali grigie/ pastello bruno/ diluiti) - Lucherino Testanera (ancestrale/ diluiti/ topazio/ lutino) - Lucherino Ventregiallo - Lucherino Facciagialla.


06/01/2014, 20:22
          
Profilo WWW
nuovo
nuovo

Iscritto il: 05/01/2014, 22:02
Messaggi: 17
Rispondi citando
grazie
lei è sempre molto disponibile e preparato (avevo chiesto una sua consulenza un paio di anni fa per un altro tipo di problema e all'epoca con i suoi consigli mi aveva aiutato a risolvere un problema).
Onestamente adesso sono molto preoccupata, specie dopo quanto mi ha detto.
Spero di non averne compromesso la guarigione.
Non sono riuscita a postare le foto ma ho allegato un paio di video ripresi questa settimana.
Grazie per i consigli


06/01/2014, 20:52
          
Profilo
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2012, 22:15
Messaggi: 3012
Località: Italia
Rispondi citando
Le ho scritto in privato come inserire eventuali foto. Qualora avesse difficoltà a pubblicare le foto online, su un album free di rete, le invii cortesemente in redazione e provvederemo noi:

redazione@verdiardesia.com

Probabilmente in passato mi avrà scritto sul periodico cartaceo "Uccelli", dove curavo una rubrica di risposte ai Lettori. Il problema è che se le suggerissi un antibiotico (e non posso farlo non essendo ancora laureato), alla cieca potrei anche farle più danno che bene.

Non si preoccupi comunque, certamente non avrà compromesso irreparabilmente la salute della sua cocorita, ma per il futuro utilizzi il cortisone, farmaco talora prezioso ma con tanti effetti collaterali, solo sotto controllo medico-veterinario.

Ci scriva quando desidera. Le segnalerò in topic allorchè vi dovesse essere una risposta al suo quesito anche da parte della Dott.ssa ornitopatologa Dania Bilato. Grazie ancora ed a rileggerla.

_________________
Allevo: Cardinalino del Venezuela (ancestrale/ bruno/ pastello/ pastello ali grigie/ pastello bruno/ diluiti) - Lucherino Testanera (ancestrale/ diluiti/ topazio/ lutino) - Lucherino Ventregiallo - Lucherino Facciagialla.


06/01/2014, 21:05
          
Profilo WWW
nuovo
nuovo

Iscritto il: 05/01/2014, 22:02
Messaggi: 17
Rispondi citando
Gent.mo Direttore
mi riferivo ad una vecchia problematica avuta con un passerotto che avevo trovato, caduto dal nido.
Durante lo svezzamento si erano verificati dei problemi e poi grazie al suo aiuto ne sono venuta a capo.. era solo un problema di acari che impediva la normale crescita delle piume.
Le esposi il problema e lei capì la problematica. Ho risolto così il problema, tanto è vero che, non appena completato il piumaggio, e ne ha avuto l'occasione (dato che lo lasciavo libero) è scappato via :-(

Per quanto riguarda la cocorita, dopo la sua risposta mi sono documentata sulla megabatteriosi. Non so se i sintomi che vedo illustrati sono legati ad un determinato stadio della malattia ma posso dire che, esaminando le feci della cocorita, mi sembrano abbastanza normali e non vedo residui di cibo o semini non digeriti.
In aggiunta a quanto riportato ieri nel post, se può essere utile, posso dire anche che:
entrambi i cocoriti respirano a becco chiuso, ma la femmina (la verde, come si vede dal video) sembra ansimare, batte la coda.
Qualche tempo fa, la sentivo fare sporadicamente dei colpetti, ma solo durante il giorno (dormono nella mia stanza e la sera, non sentivo nessun rumore). Non so dire se erano starnuti o tosse. Penso starnuti però, perchè un giorno che la osservavo da vicino, mi è arrivata qualche gocciolina sulla faccia.
Adesso non gliene sento più fare anche se è peggiorata.
Quello che ho notato però, ma può darsi che non c'entri nulla, è che la sera quando la gabbietta è coperta, ansima sì ma non è arruffata.
La mattina, appena sveglia, è perfetta e va subito a mangiare.
E' dopo che si è rifocillata che tende a "gonfiarsi" ed assumere quella strana posizione con la coda, è tipo ricurva con la schiena e spesso si addormenta.


07/01/2014, 12:54
          
Profilo
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2012, 22:15
Messaggi: 3012
Località: Italia
Rispondi citando
Gentile Utente,

vagamente ricordo la storia del passerotto, mi conforta l'epilogo felice. La Megabatteriosi era una ipotesi limite, perchè in quel caso il proventicolo spesso è dilatato ed ingrossato e può esercitare pressione sugli organi toracici, ma certamente non sarà il suo caso.

In linea di massima in tutte le patologie a carico del digerente, spesso gli uccellini manifestano un appetito smodato e se ne stanno sempre con la testa nella magiatoia. In realtà mangiano poco, frantumando solo i semi.

Nel suo caso probabilmente la cocorita avrà una banale flogosi delle prime vie aeree. Se le avesse fornito un antibiotico a largo spettro, forse sarebbe già in forma perfetta. Eviti anche l'esposizione dei volatili a fumi, tipo fumo di sigaretta.

Ad ogni modo, dai video che ha collegato in quesito, i due soggetti mi sembrano in ottima forma, il colore della cera attesta che sono di sesso opposto e pronti ad accoppiarsi.

Il problema è che un ambiente con fotoperiodo non naturale, che non segue l'andamento stagionale, li espone a disendocrinie che poi si riflettono alla lunga in patologie organiche croniche.

Somministri ai due soggetti un multivitaminico per ornitologia e collochi il nido. Non sempre una coppia isolata di pappagallino ondulato nidifica, perchè in natura vivono e nidificano in colonie molto numerose, ma spesso accade che decidano ugualmente di metter sù famiglia.

In bocca al lupo e ci scriva allorchè avesse da comunicarci qualcosa.

_________________
Allevo: Cardinalino del Venezuela (ancestrale/ bruno/ pastello/ pastello ali grigie/ pastello bruno/ diluiti) - Lucherino Testanera (ancestrale/ diluiti/ topazio/ lutino) - Lucherino Ventregiallo - Lucherino Facciagialla.


07/01/2014, 15:00
          
Profilo WWW
nuovo
nuovo

Iscritto il: 05/01/2014, 22:02
Messaggi: 17
Rispondi citando
buonasera
ho postato un video girato ieri
Attualmente sta così .http://youtu.be/7A4dsq7mFb8.
Dorme spesso appallottolata come se stesse male ma poi l'enigma è che, se stuzzicata, ritorna normale, mangia, cicaleggia con il maschio etc Poi dopo ritorna a palla come prima.
Il nido lo avevo tolto dopo due giorni perchè li avevo visti elettrici e lei mi è sembrata predisposta perchè anche se il maschio è tontolone senza speranza lei l'ho vista un paio di volte con la coda all'insu' il che mi ha preoccupata perchè nel frattempo ho letto che se la femmina non è in perfette condizioni di salute la cova è sconsigliabile in quanto stressante.. quindi nell'incertezza gliel'ho levato...
Io non ho nessuna esperienza in merito ma la mia domanda è se questa sonnolenza, arruffamento, può essere dovuta al fatto che era già in cova senza che me ne fossi accorta..
Le ho guardato l'addome ma non mi sembra in dolce attesa.
Posto in privato le foto delle feci per maggiore conforto...
Secondo me potrebbe essere come dice lei ma se fosse invece una problematica di salute la cova non peggiorerebbe il suo stato?


08/01/2014, 18:03
          
Profilo
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2012, 22:15
Messaggi: 3012
Località: Italia
Rispondi citando
In effetti la coda manifesta un andamento ritmico, sincrono con il respiro. E' per questo che la cocorita andrebbe fatta vedere ad un vet. Occorre stabilire se può esserci o meno una forma respiratoria. Nel caso, più che la somministrazione di un antibiotico per os, potrebbe essere consigliabile la somministrazione di un antinfiammatorio associato ad un antibiotico mediante aerosol.

Ovvio che un animale deve riprodursi in perfette condizioni di salute, altrimenti potrebbe cedere alle fatiche riproduttive.

Le rinnovo il consiglio di far visitare da un veterinario aviare l'uccellina. Se è prossima ad una facoltà di medicina veterinaria, potrebbe indirizzarsi all'Istituto o servizio di patologia aviare della università.

Le feci (foto che mi ha inviato in privato) non sono diarroiche, ma dall'aspetto non si può desumere con assoluta certezza non contengano patogeni.

Anche alcune analisi virologiche possono essere utili, il vet saprà cosa eventualmente ricercare.

In bocca al lupo e ci faccia sapere se crede e desidera ragguagliarci.

_________________
Allevo: Cardinalino del Venezuela (ancestrale/ bruno/ pastello/ pastello ali grigie/ pastello bruno/ diluiti) - Lucherino Testanera (ancestrale/ diluiti/ topazio/ lutino) - Lucherino Ventregiallo - Lucherino Facciagialla.


08/01/2014, 23:50
          
Profilo WWW
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2012, 22:15
Messaggi: 3012
Località: Italia
Rispondi citando
Il parere espresso dalla Dott.ssa Dania Bilato, ornitopatologa che cura la rubrica "Il Veterinario Risponde" nel nostro portale. Parere che ovviamente taglia la testa al toro e fa testo sul da farsi.

Salve signora, la ringrazio per il quesito.

Purtroppo tramite mail non è possibile effettuare una diagnosi.
Le consiglio di far visitare i soggetti in questione da un collega medico veterinario che si occupa di queste specie, la figura professionale in grado di prescrivere farmaci mirati e quindi una opportuna terapia.

Antibiotici e altri principi attivi non vanno scelti e somministrati sulla base di esperienze precedenti, ma opportunamente dosati e valutati di volta in volta dopo visita clinica con eventuali esami di laboratorio, soprattutto in queste specie particolari.

Ora purtroppo vari farmaci sono stati somministrati senza una diagnosi e si rischia di non risolvere il problema o di peggiorarlo. Saluti,

Dania Bilato



_________________
Allevo: Cardinalino del Venezuela (ancestrale/ bruno/ pastello/ pastello ali grigie/ pastello bruno/ diluiti) - Lucherino Testanera (ancestrale/ diluiti/ topazio/ lutino) - Lucherino Ventregiallo - Lucherino Facciagialla.


09/01/2014, 0:13
          
Profilo WWW
nuovo
nuovo

Iscritto il: 05/01/2014, 22:02
Messaggi: 17
Rispondi citando
Buongiorno
il veterinario ha voluto lasciate entrambe le cocorite per qualche giorno e me le ha restituite ieri sera.
Mi ha detto di aver fatto degli esami sulla femmina ma sono stati tutti negativi.
Ha riscontrato una iperplasia della cera. Ha indagato se fosse stata dovuta a rogna ma (naturalmente) ha dato esito negativo. Non ha certezza delle cause. Pensa possa dipendere da squilibri alimentari oppure da cause interne più gravi (tipo tumori alle ovaie?) per le quali non c'è però nessun tipo di cura.
In sostanza credo di aver capito che non ne sia venuto a capo perchè l'uccellina è esattamente come prima...in compenso ho trovato il maschio (che prima era perfetto), piuttosto sciupato e non mi spiego cosa sia successo.
Lui pensa che il problema della cocorita possa dipendere dall'alimentazione e in particolar modo da carenza di Vitamina A. Io non sono veterinario e non discuto la sua diagnosi però non credo che ci siano di queste carenze in quanto la miscela che gli dò (Vitacraft premium) mi sembra discreta, è pure arricchita di iodio.
Inoltre gli avevo fatto fare dei cicli multivitaminici (Candioli). Il piumaggio era bello lucido e compatto quindi per me stavano abbastanza bene.
Mi ha prescritto il Baytril 2,5 per 7 giorni una goccia direttamente nel becco + dei fermenti lattici, del betacarotene e un aereosol (F10).
Non so che fare.. devo solo aspettare..


Ultima modifica di trillina il 14/01/2014, 12:24, modificato 1 volta in totale.



14/01/2014, 12:12
          
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Argomenti correlati
 Argomenti   Autore   Risposte   Visite    Ultimo messaggio 
Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. febbre cocorita ?

Pikky

4

2221

14/08/2013, 18:01

cocorita Vedi ultimo messaggio

 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


PUBBLICITA' 
Top






Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

phpBB SEO