Il Portale Italiano dell'Ornitofilia V&A - Home Page  



Pubblicità 

Oggi è 20/10/2019, 18:27




Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
PUBBLICITA'


Piccolo Cantore di Cuba 
Autore Messaggio
regolare
regolare
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2012, 22:04
Messaggi: 261
Località: Mira (ve)
Rispondi citando
Essendo stato colpito ufficialmente dalla sindrome di "spinisite acuta", o pensato di affiancare per la prox stagione riproduttiva, qlk altro uccellino ai miei cardinalini......
Mi affascinerebbe un uccello poco allevato,e sbirciando tra i vari forum, ho scoperto il cantore.
Qlk di voi, ha mai avuto a che fare con questo esotico?

Grazie

_________________
Allevo:
Canarino Selvatico


06/09/2012, 11:58
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su TuentiCondividi su SonicoCondividi su FriendFeedCondividi su OrkutCondividi su DiggCondividi su MySpaceCondividi su DeliciousCondividi su Tumblr          
Profilo WWW

GreenVet Fitoterapia Veterinaria



Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2012, 22:15
Messaggi: 3020
Località: Italia
Rispondi citando
Ecco un link interessante, scritto da un esperto di rango:

http://www.ivoginevra.it/cantoredicubascheda.htm

Comunque il Piccolo Cantore di Cuba non è un carduelide ex spinus. Non è un fringillide.

Benedetta passionaccia, con i suoi cicli di volubilità. Sapete a me che passione mi sta venendo? Per la Razza Spagnola e il Japan Hoso. Da quando allevo i carduelidi sudamericani mi piacciono sempre più gli uccellini di piccola taglia, compatti, ed i canarini piccolini... Mha, staremo a vedere!

L'Ala Grigia lo selezionerò sino ai Mondiali di Bari e poi tireremo le somme. Mio padre mi ha sempre insegnato che "dove c'è gusto non c'è perdenza!". In realtà è una filosofia troppo edonista, ma sin dove si può accontentare il proprio gusto creativo, credo ne valga la pena.

Ho 50 anni, sono nel mezzo del cammin di nostra vita ed ho tempo - spero - per una seconda carriera agonistica con la FPL. Vedremo, non tiriamo conclusioni affettate.

Forza Mauro con il Cantore di Cuba. Se ti piace, prendilo. Io non l'ho mai allevato.

_________________
Allevo: Cardinalino del Venezuela (ancestrale/ bruno/ pastello/ pastello ali grigie/ pastello bruno/ diluiti) - Lucherino Testanera (ancestrale/ diluiti/ topazio/ lutino) - Lucherino Ventregiallo - Lucherino Facciagialla.


06/09/2012, 12:39
          
Profilo WWW
costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
Ciao, non ho avuto esperienza con questa varietà, mi hanno detto che sono un po' problematici perchè parzialmente insettivori al momento della nascita dei pulli. Forse le varietà mutate sono più interessanti rispetto la forma ancestrale.
Comunque con gli spinus non ci azzeccano nulla, credo che l'alimentazione sia come quella degli esotici, non dovrebbero essere molto difficili da allevare. Perchè non provi con altre varietà di spinus, i testa nera secondo me sono più compatibili anche come tipo di alimentazione e modalità di allevamento, e credo che come costo ora puoi trovarli a prezzi accettabili almeno gli ancestrali. Spinus

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


06/09/2012, 21:44
          
Profilo
costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
Tempo fa quando ancora non avevo gli spinus mi dilettavo ad allevare le varietà di serini africani, avevo diverse coppie di Cantori d'Africa, Canarini del Monzambico e di Gola Nera. Tra i tre tipi il più facile da allevare erano i Canarini del Monzambico. Il ciclo è invertito rispetto agli spinus e partivano in autunno e inverno. All'inizio perdevo molti soggetti a causa del freddo poi ho iniziato a scaldare l'ambiente e non ho perso più alcun soggetto. Ottenni anche diversi ibridi tra Monzambico per Cantore D'Africa che erano spettacolare perchè il disegno era quello del Monzambico ma il colore era grigio perla veramente spettacolare. Ho visto qualche volta, ma raramente, gli ibridi tra Monzambico per cardellina. Confesso che ci ho provato decine di volte anche con l'incrocio inverso ma non ci sono mai riuscito. Le uova erano inesorabilmente chiare. L'ultimo esemplare ibrido che ho visto fu al Campionato Italiano di Follonica, provai anche a comprarlo ma non ci fu nulla da fare. Spinus

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


06/09/2012, 22:02
          
Profilo
regolare
regolare
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2012, 22:04
Messaggi: 261
Località: Mira (ve)
Rispondi citando
Forse hai ragione ale, ma il lucherino tn e ' davvero simile al cardinalino ancestrale....volevo qlk altro colore in allevamento.....

_________________
Allevo:
Canarino Selvatico


07/09/2012, 0:02
          
Profilo WWW
regolare
regolare

Iscritto il: 20/04/2012, 10:52
Messaggi: 235
Rispondi citando
Del Piccolo Cantore di Cuba molti scrivono che sia in grado di ibridarsi con il Canarino domestico. In tal caso sarebbe opportuno rivedere, anche alla luce di recenti studi sul DNA, la sistematica delle affinità Fringillinae - Carduelinae - Passeridae - Emberizidae.
Io comunque tali ibridi non li ho mai visti, né dal vivo, né su Internet.

Charles.


07/09/2012, 8:44
          
Profilo
regolare
regolare
Avatar utente

Iscritto il: 29/04/2012, 22:04
Messaggi: 261
Località: Mira (ve)
Rispondi citando
Del Botton d'oro invece cosa mi dite?
:-)

_________________
Allevo:
Canarino Selvatico


07/09/2012, 20:54
          
Profilo WWW
costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
Sia il cantore di cuba che il botton d'oro fanno parte della grande famiglia degli zigoli, di chiacchere se ne fanno tante ma non ho mai visto ibridi con fringillidi, secondo me c'è una totale incompatibilità genetica, lancio una provocazione, sono disposto a pagare 1000 euro per vedere un ibrido tra uno zigolo e un qualsiasi fringillide. Ma vi rendete conto di quanto sia difficile realizzare un ibrido tra un cardellino maschio e una fringuella, decine e decine di uova chiare, pochissimi embrioni morti e forse uno o due ibridi dopo qualche centinaio di uova. Tornando al lucherino testa nera secondo me tra gli spinus è molto apprezzato, ha un canto stupendo e regala, se la coppia è affiatata, almeno tre covate all'anno. Le femmine , a meno che non abbiano delle turbe comportamentali, sono delle eccellenti nutrici e per levarle dal nido le devi levare di peso. Le mutazioni inserite sono bellissime, la topazio è la più appariscente, se poi la abbinate alla diluito e alla doppio diluito la colorazione topazio è ancora più appariscente, non mi piace la mutazione ino che lo fa diventare giallo che poi ha grandi problemi di vista. A volte nelle mutazioni di colore bisogna fermarsi e non spingersi troppo oltre. Il vantaggio tra gli spinus è la totale fertilità degli ibridi sia maschili che femminili per cui se uno ha la pazienza e la costanza si possono traslare tutte le mutazioni ma per tornare alla forma pura ci vogliono, secondo me, almeno sette anni. Spinus

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


07/09/2012, 21:42
          
Profilo
regolare
regolare

Iscritto il: 20/04/2012, 10:52
Messaggi: 235
Rispondi citando
In realtà alla forma "pura" non si tornerebbe nemmeno dopo decine di anni: quando due specie si ibridano, gli F1, gli F(n) e gli R(n) mantengono nel DNA, a quanto risulta da studi recenti, i marcatori dell'altra specie anche per centinaia di migliaia di anni. Quindi il "traslare" mutazioni da Spinus sp.1 a Spinus sp.n porta come conseguenza che i derivati, ancor se fenotipicamente identici, sono comunque una morpha intermedia. C'è anche da precisare comunque che i marcatori del DNA di specie simili molto spesso già si trovano nel patrimonio genetico di molte specie di uccelli, quindi tali "inquinamenti" avvengono continuamente pure in natura.
Vorrei anche precisare, comunque, che, a differenza di ciò che si legge su ormai troppi forum, gli incroci tra specie di Spinus sudamericane, ancorché parzialmente o illimitatamente fertili, non sono meticci. Oggi si scrive che, se l'ibridazione da frutti fecondi, si tratta inequivocabilmente di meticci e non di ibridi. Non è così. Infatti, il processo di "speciazione", che è quel processo che porta, in natura, alla differenziazione di una specie nuova dalla specie antenata, a causa di limiti ambientali, non scatta come un "grilletto". La classificazione delle specie avviene sempre su base anatomica e comportamentale, giustamente, mentre la sterilità degli ibridi può incorrere in vari momenti della scala, e a percentuali intermedie. Nonostante ciò si tratta sempre di ibridi interspecifici. Il fatto che la FOI o la COM le possa poi escludere dal giudizio in base a criteri interni non ha nulla a che vedere con la sistematica di tali specie. Vorrei più precisione da parte di "esperti" e non vorrei più leggere che l'incrocio tra uno Spinus magellanica ed uno Spinus atrata è un "meticcio".

Charles.


08/09/2012, 10:06
          
Profilo
costante
costante
Avatar utente

Iscritto il: 01/06/2012, 12:55
Messaggi: 346
Località: Perugia
Rispondi citando
E vero alla forma pura, genetica, non è possibile tornare. Alla forma fenotipica ci si avvicina notevolmente. Il continente sudamericano è talmente vasto che ha visto e ha permesso una notevole differenziazione di varietà di spinus. Non ricordo del magellanica quante sottospecie ci sono, solo perchè la collocazione geografica ha isolato vari gruppi che si sono evoluti per minime differenze, sta di fatto che lungo i confini questi gruppi si meticciano generando intermedi. Tra le specie più lontane, geograficamente parlando, la differenza tra i gruppi è più marcata,
ad asempio tra TN e PN. Nel primo solo il maschio si presenta con la testa nera ed è privo di piume erettili nel secondo la testa nera è presente in entrambi i sessi e presentano delle piume erettili. La costanza tra gli spinus sta nella presenza del nero. (segue)

_________________
Card del Ven anc dil/isab Isab Carduelis notata Carduelis magellanica anc/top/port Carduelis Xantogaster Carduelis spinus bruni, isabella, Giallo Dominante, bruni/isabella Carduelis ambigua Razza Spagnola Lucherino di yarrel Lucherino Barbato.


08/09/2012, 10:29
          
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


PUBBLICITA' 
Top






Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

phpBB SEO